Se sei una azienda ed hai bisogno di maggiore visibilità o vuoi far conoscere nuovi prodotti,contattami daniela-sacco@libero.it


mercoledì 29 ottobre 2014

Sushi al Gruyère




Questo contesto prevede l'utilizzo di due formaggi svizzeri molto famosi : il Gruyère DOP e l'Emmentaler DOP.
Due formaggi che ho avuto il piacere di ricevere proprio per presentarli con delle ricette.
Il tema " le ricette del cuore" all'inizio mi ha messa in difficoltà. Pensavo più alla mia infanzia che alle ricette sviluppate in questi anni. Infatti a casa il Gruyère si mangiava così come era : se ne assaporava a pieno il sapore senza altri alimenti di contorno. Era il formaggio " coi buchi" e tanto bastava.
Con gli anni ho però sperimentato altri piatti un po' per rendergli onore ed un po' perché il suo sapore pieno e vivace sviluppa armonia ad altri alimenti.
Eccomi pertanto con uno dei piatti che vengono apprezzati in casa. 
È un piatto per il quale ho voluto sperimentare e mettere un briciolo di creatività.
Oggi il sushi è molto in voga ed io ho voluto dargli una impronta europea proprio utilizzando il Gruyère. Una specie di hosomaki vegetariano, se così posso definirlo..
 
 
 
Ingredienti:
 
Riso
Sale q.b..
Gruyère
Carote
Zucchini
Olio evo
Aceto balsamico
 
Procedimento:
 
Ho fatto lessare il riso con il sale e quindi messo a scolare e raffreddare.
Nel frattempo ho tagliato gli zucchini a fette molto sottili. Ho preso una teglia , posato un foglio di carta da forno e vi ho posato le fettine di zucchini. Li ho leggermente salate e cosparse con poco olio evo. Le ho lasciate per pochissimi minuti in forno a 180 gr. : giusto il tempo per farle ammorbidire leggermente.
Le ho lasciate raffreddare.
Ho poi iniziato a mettere su ognuna il riso, un pezzo di Gruyère tagliato a julienne ed unito ai due lati due parti di carote tagliate a julienne molto fini.
Ho infine arrotolato come un sushi.
In ultimo ho cosparso un pochino di aceto balsamico. .
Il risultato è garantito!

martedì 28 ottobre 2014

La mia torta di mele

 "http://www.ricettedalmondo.it/contest-la-mia-torta-di-mele.html"
 Con questa ricetta partecipo al contest
La Mia Torta di Mele: tra sapori e tradizioni  di RicetteDalMondo.it



Il tema per questo contest è la torta di mele. E per me non poteva esserci un tema più caro.
La ricetta è familiare e si tramanda da nonna a mamma e poi a me. Ho sempre il foglio manoscritto della mamma  con le istruzioni in un vecchio e consunto libro : una edizione del 1950 de "Il Cucchiaio d'argento ".

La ricetta presenta pochi ingredienti che vi segno qui sotto ma il risultato riporta ogni volta all'infanzia con il suo sapore "casalingo".

 Mele renette 3/4
Farina 2hg.
Zucchero 130 gr.
Latte qualche cucchiaio
Burro 80 gr.
Cannella in polvere
Mandorle
Pane grattato
Lievito 1 bustina
Uova 1
 Mandorle
Scorza di limone




Procedimento:
Miscelare le uova con lo zucchero ed incorporare la farina ed il lievito. Aggiungere due cucchiai di latte per rendere più morbido l'impasto. Aggiungere il burro sciolto ed impastare il tutto con della cannella in polvere e la buccia di un limone grattugiato.
Imburrare il fondo di  una  teglia rotonda e mettere un pò di pane grattugiato per non fare aderire l'impasto durante la cottura.
Tagliare a fette le mele ed inserirle seguendo un ordine circolare fino a riempire tutta l'impasto.
Aggiungere le mandorle tra le fette di mele.
Informare in forno preriscaldato a 180 gr.per circa 30/40 minuti. Fare comunque la prova del coltello per verificare la cottura. 
La si può accompagnare con un cucchiaio di cotognata di mele o marmellata.


lunedì 27 ottobre 2014

Gnocchi con Emmentaler e crema di zucca al vino bianco


Con questa mia seconda ricetta per il contest ho scelto un piatto preparato con l'Emmentaler DOP.
È un formaggio che secondo me meglio si presta a piatti dal gusto più delicato. Diventa filante e cremoso : perfetto per un piatto caldo.
Per questo ho pensato di accompagnarlo agli gnocchi con una crema di zucca. 

Ingredienti per due persone:

 Emmentaler DOP  1/5 hg
Gnocchi di patate 180 hg
Zucca 2 hg. 
Sale
Olio evo
Vino bianco secco 1 bicchiere



Tagliare la zucca a quadretti , privarla della  buccia e metterla a cuocere a vapore.
Una volta cotta passarla nel minipimer fino a quando non diventa una crema.
In una pentola mettere pochissimo olio evo, incorporare la crema di zucca ,salare ,pepare e fare cuocere per qualche minuto a fuoco basso. Unire il vino e lasciar ancora cuocere ,rimestando ,per qualche istante. Incorporare l'Emmentaler DOP tagliato a pezzettini e far sciogliere.
Nel frattempo scolare gli gnocchi che avrete messo a bollire in acqua salata.
Impiattare e versare la crema. Guarnire con qualche cubetto di formaggio
Semplice ma gustoso !



Con l'occasione ringrazio  l'organizzazione di #noiCHEESEamo e la Signora Teresa del sito Peperoni e Patate

domenica 19 ottobre 2014

Crema di zucca con Mandola

La ditta emiliana e piu' precisamente piacentina Peveri    è produttrice di vari tipi di salumi tra cui il Culatello con cotenna, i Salumi di suino nero, i Salumi della tradizione ed i Salumi da cuocere.

Per questo particolare contest ho scelto la Mandola  poiché non avevo ancora avuto modo di provarla.
È un dolcissimo salame preparato con il prosciutto.

Si presenta in un involucro di cellulosa naturale e pertanto va conservato in luogo fresco e ventilato. Una volta aperto è meglio coprirlo con un telo di cotone.
Per questa seconda  ricetta ho pensato di adoperarla  per arricchire un piatto stagionale. Una semplice crema di zucca diventa un ricco primo piatto , se non piatto unico vista la presenza della Mandola. Ed è la mia idea  per un happy hour in queste prime giornate freddine , da proporre magari con un buon vino bianco secco o rosso , purché giovane. Farete felici i vostri ospiti con un piatto light ma gustosissimo e particolare!





Ingredienti :

Mandola
Zucca
Formaggio caprino
Amaretti
Scalogno
Olio evo
Erba cipollina, basilico
Burro salato
Pane

Preparazione:

Tagliare la zucca a cubetti e farla cuocere a vapore. Una volta cotta frullarla e metterla in una pentola dove in precedenza è stato fatto un leggero soffritto con lo scalogno tritato finemente. Far cuocere per altri 10 min.a fuoco basso. Salare poco.
A parte tagliare a julienne la zucca, infarinarla e farla friggere in olio evo.
Tagliare a julienne la Mandola e farla leggermente dorare in una padella senza olio , sfruttando il grasso del salume.
Versare la zuppa di zucca in un tegamino di coccio. Incorporare il formaggio caprino e decorare con  la zucca a julienne, la Mandola e gli amaretti sbriciolati.
Decorare con qualche ciuffo di Erba cipollina .
Volendo si può accompagnare con dei crostini imburrati con del burro salato insaporito alle erbette (io ho adoperato erba cipollina e basilico freschi).





Con questa ricetta partecipo al contest


http://www.salumificiopevericarlo.com/it/page/42-contest-happy-hour-dop-con-il-salumi-peveri-.html


sabato 18 ottobre 2014

Girelle con Mandola

Ho il piacere di presentare un nuovo piatto in occasione del contest indetto dal Salumificio Peveri Carlo.
L'azienda piacentina vanta una tradizione da ben quattro generazioni con salumi provenienti da carni di suino allevato in Italia, senza aggiunte di derivati dal latte o glutine.

La mia scelta si è concentrata sulla Mandola: un salame di prosciutto a breve stagionatura. È preparato con carni magre alle quali sono stati uniti aromi naturali , spezie e sale marino.
È un salume particolare poichè la pelle è una busta di cellulosa naturale  da togliere con acqua fredda e vino bianco oppure aceto di mele. Deve essere tenuto lontano da alimenti tipo i formaggi perché può essere contaminato da muffe esterne. Pertanto va conservato in luogo areato ed una volta aperto coperto da un telo di cotone.
Per questo contest ho intenzione di presentarlo come un finger food, semplice da preparare ma stuzzicante.

Ingredienti:
1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
 Mandola tagliata a fette sottili
1 hg.di formaggio filante

Procedimento:

Srotolate la pasta sfoglia e mettete in fila le fette di Mandola in modo che siano leggermente sovrapposte.
Tagliate il formaggio a fette e sovrapponetele alla Mandola.
Arrotolate la pasta su stessa e poi tagliatela in pezzi di circa 2 cm. Informare a 180gr.con forno ventilato, precedentemente riscaldato a 250gr.
Vi consiglio di accompagnare le girelle con del buon vino rosso giovane .

 

Un finger food da leccarsi le dita!



Con questa ricetta partecipo al contest


http://www.salumificiopevericarlo.com/it/page/42-contest-happy-hour-dop-con-il-salumi-peveri-.html

domenica 12 ottobre 2014

Croissant

È da tempo che volevo provare a fare i croissant. Credendo però fosse difficile dare la giusta forma, non avevo mai provato.
Sono andata a cercare qualche informazione e devo ammettere che dopo qualche sbaglio, ce l'ho fatta.
La cosa più difficile è proprio capire come tagliare la pasta. Qualcuno diceva di tagliare dei quadrati, altri dei triangoli.
Dopo qualche esperimento, vi dico che il triangolo è la forma migliore.

Ingredienti: .
1 rotolo di pasta sfoglia
composta di mele cotogne
zucchero di canna
acqua

Chi di voi è pratico ovviamente si farà la pasta sfoglia. Per comodità io ho usato quella già pronta.
Per il ripieno ho acquistato la composta di mele cotogne perché non è troppo dolce ma voi adoperate quella che preferite.
 
Srotolate la pasta sfoglia e tagliate dei triangoli. Mettete un cucchiaio di marmellata ed iniziate ad arrotolare come da foto.


Continuate ad arrotolare poi chiudete le estremità , cercando di dare la classica forma dei croissants.

Mettere in forno ventilato a 180/200 gr.
Nel frattempo fate sciroppate lo zucchero   in un pendolino con dell'acqua .
Quando i croissant sono ancora caldi spennellarli con lo zucchero sciroppato.
 
 
 
Provateci. È davvero molto semplice. E finalmente potete gustare a casa dei croissant caldi!

giovedì 9 ottobre 2014

Mini quiche di prosciutto e fontina

Come avevo anticipato, vi posto qualche idea su come riciclare gli avanzi del giorno prima.
Avevo acquistato die confezioni di pasta frolla  ed erano purtroppo in scadenza. Sinceramente non sapevo se fare dei croissant o altro. Poi mi sono ricordata che avevo avanzato delle verdure.

Così ho preparato delle mini quiches.

Ingredienti

Zucchini
Carote
1 uovo
Ricotta
Prosciutto cotto
Fontina a dadini
Sale
Olio evo
Cipolla per il soffritto

Ho sbattuto l'uovo a cui ho unito la ricotta

poi incorporato le verdure, precedentemente fatte soffriggere con olio evo e cipolla.

 
Ho tagliato il prosciutto e fontina a dadini, incorporandola nell'impasto
 
 
Ho messo il tutto nelle formine
pizzicando il bordo in eccesso per creare delle specie di "cestini":


 Cuocere a forno ventilato per circa 20 minuti a 180 gr.
 
 
 
 



Canestrini di carne

Seconda idea per una ricetta con quanto avanzato nel frigo.
Con il secondo rotolo di pasta frolla in scadenza, ho preparato dei canestrini monoporzione.
Avendo anche avanzato della farcia preparata il giorno prima per i cannelloni di carne, l'ho usata per questi canestrini.

Ingredienti:

Carne tritata  
Salsiccia
Cipolla
Olio evo
Sale
1 rotolo di pasta frolla
Ricotta
Fontina o simile
Carta forno

Come primo passaggio bisogna tagliare  la pasta frolla per ottenere tanti cerchi. Io mi sono aiutata con la forma dei recipienti .

Prendere  la carta forno ,tagliarla e modellarla negli stampini.
In precedenza avevo fatto rosolare la carne con la cipolla, a cui avevo già unito della ricotta (non troppa per non coprire il gusto della carne, giusto il necessario per rendere l'impasto più morbido ed umido).
Ho quindi riempito le mie ciotoline e coperto con  altra fontina tagliata a cubetti. 
 
 
Ho quindi tagliato l'eccedenza della pasta sfoglia con la rotellina dentata, usandola per ricoprire il tutto con delle striscioline (come se fosse una crostata):
 
Mettere in forno ventilato a 180 gr.per circa 20 minuti.
 


mercoledì 8 ottobre 2014

Come usare gli avanzi

Domani vi fornirò due idee su come inventarsi altre ricette con quanto è avanzato nel frigo.
Ho preparato delle piccole quiche e dei canestrini. Uno è con la carne e l'altro con le verdure. 
Ho semplicemente adoperato quanto rimasto dalle  precedenti ricette.
 A prestissimo

domenica 5 ottobre 2014

Cannelloni ripieni

La ricetta dei cannelloni ripieni è varia. Esistono infinite varianti e sono tutte fantastiche.
La mia è una variante personale rispetto a quella solo con la besciamella.
Ho aggiunto la salsa di pomodoro per cambiare.

Ingredienti:
-pasta per cannelloni o per lasagne (io ho usata quest'ultima)
-250 gr.di carne tritata
-150 di salsiccia
-salsa di pomodoro
-olio evo
-cipolla
-sale
-besciamella
-noce moscata
-parmigiano
-ricotta
-vino bianco
- basilico

Fare un trito di cipolla e mettere a rosolare la carne e la salsiccia , sbriciolata e senza budello.

















Verso metà cottura mettere 1/2 bicchiere di vino bianco e far evaporare.



















Lasciare riposare ed incorporare la ricotta , il parmigiano grattugiato ed  un pò di besciamella.


















Mettere su una superficie non aderente il foglio di pasta e sistemare la farcia.


















Arrotolare delicatamente.




















Coprire il fondo della  teglia con della besciamella e porre i cannelloni. Una volta che avrete sistemato tutti i cannelloni, cospargere di besciamella, salsa di pomodoro, 2 foglie di basilico e una leggera spolverata di noce moscata se non l'avete già messa nel preparare la besciamella.

Mettere in forno ventilato a 180gr.per una ventina di minuti.



 


venerdì 3 ottobre 2014

Crauti

Che dirvi? A me i crauti piacciono molto!
E come sempre cerco di semplificarmi la vita usando la pentola a pressione.

Ingredienti:

1/2 cavolo verza o 1 intero
acqua
aceto di mele bio 1/2 bicchiere
acciughe sott'olio 1/2 vasetto da 125 gr. o 1 intero per 1 cavolo intero
sale
aglio 1/2 spicchi

Lavare e tagliare finemente il cavolo verza. Porre il cavolo verza nella pentola a pressione e coprirlo a metà di acqua, con l'aceto, le acciughe, l'aglio tritato finemente  e pochissimo sale.
Portare a cottura e quando la pentola inizia a fischiare togliere dal fuoco, scoperchiare e girare per far spappolare le acciughe. Eventualmente riportare a cottura.
Le quantità che vi ho indicato non sono precise poiché è uno di quei piatti "soggettivi": ovvero il sapore dell'aceto o delle acciughe varia a seconda dei propri gusti. Se non amate troppo il sapore delle acciughe, potete metterne di meno. Stesso discorso per l'aceto. 



In genere si accompagna a salsiccia, wurstel,cotechino. Ottimo anche per fare dei panini , accompagnato da un bicchiere di birra!

Pasta frolla

La preparazione della pasta frolla è fondamentale per poter preparare moltissime ricette: sia dolci che salate.
La ricetta che vi segnalo è quella base. Si possono poi aggiungere altri ingredienti ed  aromi.

Gli ingredienti non sono molti e la difficoltà di esecuzione è media.
Iniziamo subito con gli ingredienti:
350 gr.di farina
125 gr.di burro freddo a pezzi
125 gr.di zucchero
2 tuorli
1 uovo intero

Mettere al centro della farina lo zucchero, i tuorli e l'uovo intero.
Impastare partendo dal centro, fino ad incorporare tutta la farina. Cercate di fare un impasto molto omogeneo . Lavorarla fino ad ottenere una palla che avvolgerete nella pellicola trasparente. Lasciare riposare in frigo per mezz'ora. 


giovedì 2 ottobre 2014

Crostata di ricotta

La crostata  è uno dei dolci preferiti da noi. La presento sovente con la frutta ma fatta con la ricotta si presenta come ottima alternativa.

Ingredienti:
pasta frolla (in questa occasione non vi scrivo la ricetta ,la posterò in un'altra occasione)
 1 confezione

  Per il ripieno:
- 500 gr di ricotta
- 40 gr di zucchero
- 2 uova
- 1 tuorlo
- 1 limone
- 1 bicchierino di rum
- zucchero a velo


In una ciotola sbriciolare la ricotta ed incorporare gli altri ingredienti. Il rum è ovviamente facoltativo ma a me piace perché dà quel sapore in più. Grattugiate la scorza di limone e mescolate fino ad ottenere un impasto omogeneo e cremoso.
Stendere la pasta frolla in una teglia imburrata apribile o mettendo la carta forno. Incorporare la farcia e se volete ingraziosite la parte superiore con della pasta frolla avanzata.
Mettere in forno ventilato a 180 gr.per circa 40 min. Per verificare la cottura fate la prova coltello.


Sugo sprint

Un primo piatto saporito e veloce .
Un sugo con le acciughe è una valida alternativa al solito ragù e  impiegherete anche poco tempo .

 Ingredienti:
acciughe sott'olio (3 a persona)
olio extravergine di oliva q.b..
1/2 cipolla
passata di pomodoro
pane grattato
spaghetti (80gr.a persona)
Come preparare il sugo: far rosolare la cipolla tritata finemente e quindi versare la passata. Contemporaneamente inserire qualche acciuga (io ho messo 3 acciughe per persona) e farle sciogliere nel sugo. Cuocere a fuoco lento.
Nel frattempo mettere a bollire l'acqua per la pasta. Non ho messo il sale nell'acqua di cottura poiché vi sono già  acciughe salate nel sugo.

A parte far abbrustolire abbondante pangrattato.
Scolare la pasta e farla saltare un attimo nel sugo.
Mettere nel piatto e versare sopra molto pangrattato.
 È appetitoso e facile! 




Panino vegano

Per uno spuntino od un pic-nic  vegano, un panino è quello che serve.
Subito gli ingredienti:
pane integrale ai semi di girasole vegan
- 50 gr di valeriana
- ¼ di avocado o pomodoro
- 1 ravanello
- 30 gr di germogli di soia
- 1 cucchiaino di semi di girasole



- ½ limone
- olio extravergine d’oliva
- sale
- pepe
- mostarda

Pulire le verdure , lavarle ed asciugarle.  Tagliare a rondelle sottili il ravanello e quindi tagliare l'avocado. Aprirlo a metà,  togliere il nocciolo, e tagliarne un quarto a pezzetti. Se non piace l'avocado lo si può sostituire con del pomodoro. Lavare ed asciugare i germogli di soya. Mettere in una ciotola e condire con una vinaigrette preparata prima  con l'olio etc.



Tagliare a metà un panino vegano (senza strutto, uova) e farcirlo con il composto.
Per rendere ancora più gustoso il panino potete aggiungere anche dei semi di girasole.
Bon appetit! 
 
 

Lonza al latte

Per i secondi a base di carne, adopero sovente la pentola a pressione. Mi facilita i tempi di cottura e lo ritengo un mezzo comodo e non meno inferiore al forno.

Per questa ricetta gli ingredienti sono:

1kg. di lonza di maiale
olio latte
prezzemolo
sale
rosmarino
cipolla
carota
dado

Fate un soffritto di cipolla e carota, sminuzzate finemente, e quindi fate rosolare da entrambe le parti la lonza. Salate , mettete il rosmarino e il dado.



Quando la carne è ben dorata, aggiungete il latte e chiudete la pentola a pressione.




Fate cuocere a fuoco basso e quando la pentola fischia, toglietela dal fuoco , lasciate che smetta di fischiare ed apritela.Vedete se necessita di altro latte. Vi consiglio di aggiungerlo poco per volta.
L'arrosto risulterà molto morbido e si formerà una gustosa salsa di cottura.

Una volta cotto lasciatelo raffreddare per poterlo tagliare a fette sottili.
Quando sarà il momento di servire , ponete le fettine in una padella con il sugo per scaldare  il tutto.


Potete accompagnare l'arrosto con delle patate al forno.

Composta di mele

La composta di mele è un ottimo dessert.
Si può servire sia tiepido che freddo.
È di facile esecuzione. L'unica difficoltà risiede nella cottura della frutta poiché non deve risultare eccessivamente "cotta".

Ingredienti:
Mele renette 2
Zucchero
Cannella 2 bastoncini
Scorze di arancia
Vino bianco 1 bicchiere
Acqua

Pulire, tagliare le mele in pezzi , privandole del torsolo.
Mettere le mele in una pentola ed iniziare a coprirle con l'acqua, lo zucchero, il vino e le spezie.
Far cuocere a fuoco lento per 10 minuti perché la frutta non deve spappolarsi.



Questa composta la si può servire in coppette al posto della macedonia o come accompagnamento a piatti di selvaggina.